RSS

Fido con garanzia titoli in portafoglio

14 Mag

Sappiamo bene come funziona una banca, offre denaro ad un tasso di interesse più alto del tasso di interesse offerto per i depositi.
Sfruttando a dovere alcuni strumenti a nostra disposizione, possiamo fare qualcosa di simile anche noi.

Forse non molti sanno che alcuni dei titoli azionari ed obbligazionari detenuti in portafoglio possono essere una garanzia per ottenere un fido.
Extra-liquidità garantita dai titoli in portafoglio, ad un tasso che attualmente si aggira intorno al 4,50% annuo.

Dopo aver valutato la possibilità di ottenere dalla vostra banca il fido a garanzia sui titoli detenuti, il passo successivo è ottenere un rendimento annuo superiore al 4,5% necessario per ripagare gli interessi passivi sul fido e guadagnarci.

Ipotizziamo di utilizzare un fido di € 10.000 al 4,5% , in un anno gli interessi passivi sono €450
Decido di investire il capitale ottenuto in titoli ENEL, acquisto 4000 ENEL al prezzo di € 2,40

Enel paga un dividendo di € 0,16 il 18 giugno

4000 * 0,16 = € 640 (dividendo lordo)

€ 640 – 20% = € 512 (dividendo netto)

Nel mese di luglio se il titolo Enel ha raggiunto un prezzo superiore al prezzo di acquisto posso rivendere le azioni Enel e chiudere il fido.

Ipotizziamo di rivendere le azioni Enel allo stesso prezzo di acquisto (se maggiore guadagno ulteriormente), il guadagno sarà dato interamente dalla differenza tra interessi passivi e dividendo incassato.

Interessi passivi 4,5% annuo, € 450
Fido ottenuto per due mesi (acquisto titoli a maggio, rivendita a luglio)

€ 450 /12= € 37,5  (interessi passivi mensili)

€ 37,5 * 2 = € 75 (interessi dovuti per 2 mesi del fido)

Il guadagno netto sarà

€ 512 – €  75 = € 437

Ovviamente le cose non sono mai così semplici, il prezzo del titolo Enel potrebbe scendere e saremmo costretti a mantenere i titoli ancora per molto.

Per tutelarci ulteriormente al momento dell’acquisto dei 4000 titoli Enel, vendo contemporaneamente  8 opzioni CALL Enel a € 2,4 con scadenza luglio 2012 incassando altre € 430

Cosa accade a luglio?

Le opzioni scadono il terzo venerdì di luglio, se il prezzo del titolo Enel alla scadenza delle opzioni avrà superato il prezzo di € 2,4 , la banca venderà in automatico le azioni al prezzo di € 2,4 (prezzo dell’opzione) e mi troverò sul conto l’importo necessario a liquidare il fido, altrimenti non ho venduto le azioni e potrò impostare la vendita di altre 8 opzioni Call Enel a € 2,4 per il mese successivo (agosto) incassando il prezzo pagato per le nuove opzioni.

Questa operazione andrà avanti fino a quando il prezzo del titolo non superi a scadenza il prezzo delle opzioni, in questo caso € 2,4
E se non riusciamo a vendere per un anno, il prossimo giungo incasseremo nuovamente il dividendo che sarà in quel caso di € 0,26 per azione.

Prima di procedere, ci sono alcune avvertenze che mi sento di dover fare:

– scegliere titoli che ritenete sottovalutati (attualmente sono molti)
– non utilizzate tutto il fido in garanzia offerto dai titoli in possesso, utilizzare solo il 50% così da poter sfruttare il restante 50% come margine di sicurezza

Infatti se i titoli in garanzia dovessero scendere oltre una certa soglia, alcune banche indicano il 50%, la banca può liquidare i titoli in garanzia per rientrare del fido.
Utilizzando solo una metà del fido, possiamo modificare il fido prima che la banca mi venda i titoli nel caso più estremo.
Assicuratevi di avere le conoscenze adeguate prima di operare  con strumenti mai utilizzati prima, oppure rivolgetevi ad un esperto consulente finanziario.

I contenuti di questo blog non costituiscono sollecitazione all’investimento ne indicazioni di investimento, ed hanno esclusivamente scopo informativo;

e-mail info.investire@libero.it

——————————————————————————————————————–
I contenuti di questo blog non costituiscono sollecitazione all’investimento ne indicazioni di investimento, ed hanno esclusivamente scopo informativo;

Vorresti essere aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli, CLICCA QUI
——————————————————————————————————————–

Annunci
 
8 commenti

Pubblicato da su 14 maggio 2012 in L'investitore Intelligente

 

Tag: , , , , , , , , , ,

8 risposte a “Fido con garanzia titoli in portafoglio

  1. gig

    15 maggio 2012 at 11:40 pm

    genio…..dove trovi la banca italiana che ti concede un fido al 4,5%?

    in giro per l’europa si possono trovare spreads pari a 1.25/1.40 su libor….ma no in italia! ciao

     
  2. Antonio

    16 maggio 2012 at 10:25 am

    Ti bastava fare una ricerca su internet, con le parole fido su titoli, per trovare molte informazioni senza essere un genio.

    Facciamo due esempi:

    – Fineco Bank offre fido su titoli ad un tasso del 4,35% (3,95% annuo + Euribor 1 mese 360) per un importo che va da 2.500 euro fino a 20.000 euro

    – IWBank con IWFido Garantito offre un tasso del 4,5% fino a 100.000 euro

     
  3. bigblueboss

    16 maggio 2012 at 3:10 pm

    il pegno su titoli prevede uno scarto. ovvero se mi dai in pegno 10.000 euro nominali di azioni enel, potrai avere un fido di 6.000 euro. perchè nel caso delle azioni lo scarto applicato è del 40%. quindi prima di scrivere stupidaggini, informati!!!

     
  4. Antonio

    17 maggio 2012 at 7:16 am

    Ovvio che avrai solo parte del valore dei titoli usati come garanzia. Sembra scontato, se chiedi garanzie avendo una casa come pegno avrai mai il 100% del suo valore?

     
  5. ConteRosso

    18 maggio 2012 at 1:08 pm

    molto interessante, ma non capito il perchè nell’esempio della vendita di call Enel
    a 2,4 dici 8 opzioni , ammetto che non sono pratico ma 4000 Enel
    a quante opzioni corrispondono ?
    Fra l’altro questa strategia di vendere call per tutelarsi delle azioni in portafoglio
    la consigliava anche Massimo Gionso..qualche anno fa
    Saluti

     
  6. Francesco

    18 maggio 2012 at 6:13 pm

    un informazione, durante il periodo di stacco dividendi le quotazioni delle put vengono alterate (se non erro agiungendo ad esse un valore calcolato appunto sul dividendo) mi paicerebbe avere qualche chiarimento al riguardo, dato che con le opzioni non ci ho mai lavorato vorrei saperne moooolto di piu!! grazie mille

     
  7. Antonio

    19 maggio 2012 at 6:40 pm

    Nell’esempio della vendita di call Enel compro 8 opzioni perchè ogni opzione enel ha un lotto di 500 azioni (8 opzioni 4000 azioni).

     
  8. Antonio

    19 maggio 2012 at 6:42 pm

    Ciao Francesco,

    le opzioni, non solo le put, in prossimità di stacco dividendi valuta nel prezzo il valore implicito del dividendo.

    È importante se sei un venditore di put o call, perché potresti essere eseguito prima della scadenza.

    Ci sarebbe tanto da dire, ma puoi trovare tante informazioni su internet.
    Buon studio

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: