RSS

E se avessi acquistato… (parte 3)

05 Ott

Oltre due anni fa avevo scritto un breve articolo
E se avessi acquistato…” dove selezionavo alcune società da acquistare e come data di acquisto prendevo il giorno successivo alla pubblicazione del mio articolo “Ottimo momento per comprare in borsa”.

La mia strategia è semplice, comprare quando tutti vendono e selezionare società sane con ottime prospettive di crescita.

Le quotazioni sono quelle a chiusura del mercato del 16 agosto 2011.

Ero consapevole che il 16 agosto 2011 fosse solo un punto di partenza per cercare opportunità sul mercato (in discesa) ed approfittare di ulteriori crolli, cosa che poi è puntualmente avvenuta.

Non è mai una buona idea concentrare i propri investimenti in un solo giorno, ma per una dimostrazione che richiede dati certi ho dovuto farlo. Quindi i dati presi come riferimento sono i prezzi di mercato del 16 agosto 2011 e non quelli (molto inferiori) dei mesi successivi che nella realtà avrei acquistato.

Nella prima delle verifiche effettuate il 24/01/12 la situazione era la seguente


Vediamo la situazione al secondo rilevamento il 4/10/12

L’utile è più che raddoppiato da € 1.884  a  € 4.452 cresciuto dal 9,31% al 19,51%.

L’utile annuo (interesse composto annuo), il mio punto di riferimento, è sceso dal  24,42%  al 20,72% .

Ovviamente sul dato dell’utile annuo la comparazione non è reale perchè la durata dell’investimento preso in considerazione nel primo rilevamento era di pochissimi mesi, nel corso degli anni la comparazione sarà più veritiera.

Vediamo oggi 4/10/13 ad un anno di distanza dall’ultimo rilevamento

punto della situazione3

L’utile è più che raddoppiato da € 4.452 a € 10.386 cresciuto dal 19,51% al 36,13%

L’utile annuo (interesse composto annuo), il mio punto di riferimento, è salito dal  20,72%  al 22,98% .

Punto fondamentale è il riscontro di un Utile annuo molto superiore al 15% anche dopo il secondo anno.

Da notare l’effetto dividendo nel corso del tempo.
Al primo rilevamento, il dividendo incideva sull’utile totale dello 0,71%  (9,31% – 8,76%).
Al secondo rilevamento siamo passati al  2,81% (19,51% – 16,7%).
Al terzo rilevamento siamo passati al 16,22% (36,13% – 19,91%).

I valori riportati relativi al dividendo sono al netto delle ritenute del 20%

Un breve appunto,  i titoli che ho preso in considerazione in questa dimostrazione sono alcuni ma non tutti i titoli che avrei fatto rientrare nel mio portafoglio e non comprendono titoli trattati in seguito negli articoli.

e-mail info.investire@libero.it

——————————————————————————————————————–
I contenuti di questo blog non costituiscono sollecitazione all’investimento ne indicazioni di investimento, ed hanno esclusivamente scopo informativo;

Vorresti essere aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli, CLICCA QUI
——————————————————————————————————————–

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 ottobre 2013 in L'investitore Intelligente

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: