RSS
Galleria

Non è poi così difficile fare soldi

13 Mag


Chi di voi non ha mai bevuto una Coca-Cola in vita sua? A quanti non piace?
E preferite acquistare la vostra amata bevanda quando ci sono sconti nel vostro supermarket o quando il prezzo sale?
E se cambiamo il termire supermarket con Borsa, perchè la prospettiva dovrebbe cambiare?

Nel 2009 Coca-Cola ha subito una piccola flessione del fatturato dovuto alla crisi mondiale, ma utile e liquidità sono aumentate.
Quindi possiamo dire senza dubbi e senza entrare in analisi dettagliate che l’azienda è la stessa dell’anno precedente.
E per quale motivo tutti scappavano nel marzo 2009 portando il prezzo a 37.50 dollari quando esattamente un anno prima veniva quotata ad oltre 60 dollari?

Qui entra in gioco Mister Market, un vecchio signore che soffre di depressione e il suo umore è ballerino.
Nel marzo 2009 Mr. Market ha vissuto una delle peggiori crisi depressive della sua vita, vedeva tutto nero, ma il vero problema non è l’umore di questo vecchio signore ma di milioni di signori sani di mente che si sono fatti guidare nelle loro decisioni da un folle depresso.
Molti hanno subito enormi perdite, ma ci sono stati quei pochi che hanno saputo servirsi di Mr. Market ed hanno fatto grandi affari.
Ad oggi, maggio 2011, Coca-Cola quota sul mercato americano oltre 67 dollari ad azione con un  guadagno superiore al 80% o se preferite quasi 15% annuo per chi lo avesse acquistato nel pieno della crisi del 2009.
Mr. Market, o il mercato se preferite, è al nostro servizio e non deve guidare le nostre scelte, spetta a noi decidere se ascoltarlo o meno.

Se tutto questo sembra avere una logica, seguitemi e vi illustrerò un approccio diverso all’investimento.
Una filosofia d’investimento e di vita diversa che porti risultati nel corso degli anni e,  sottolineo anni, non giorni o mesi.
Troverete consigli pratici e strumenti di lavoro utili a questo fine, ma un aspetto è fondamentale, la pazienza e il controllo delle proprie emozioni.

e-mail  info.investire@libero.it

——————————————————————————————————————–
I contenuti di questo blog non costituiscono sollecitazione all’investimento ne indicazioni di investimento, ed hanno esclusivamente scopo informativo;

Vorresti essere aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli, CLICCA QUI
——————————————————————————————————————–

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su 13 maggio 2011 in L'investitore Intelligente

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 risposte a “Non è poi così difficile fare soldi

  1. Wall Street Italia

    13 maggio 2011 at 4:59 pm

    Il primo commento sul tuo sito.

     
  2. Carlo

    29 agosto 2011 at 2:55 pm

    Caro Antinio,
    sicuramente il tuo ragionamento non fa una piega. Ma per noi piccoli risparmiatori, come possiamo capire quale azienda e’ veramente sana (es. Unic. o ISP) per poter investire i nostri sudati risparmi ed avere un discreto rendimento? Ci si puo’ fidare delle agenzie di rating?

     
    • antonio

      29 agosto 2011 at 5:11 pm

      Ciao Carlo,
      per quanto riguarda le agenzie di rating, non sempre sono affidabili ma fanno al meglio il loro dovere e alternative valide al momento non ci sono. Basta non prendere troppo sul serio quello che dicono e non comprare e vendere sulle loro notizie.
      Invece comprendo bene la difficoltà di un piccolo risparmiatore non a suo agio con le analisi e i bilanci aziendali.
      Il mio consiglio è di affidarsi ad un consulente, il costo del consulente nel tempo è più che ripagato te lo assicuro. Ma non confondere consulente con promotore.
      In alternativa puoi acquistare, quando tutto crolla come ora, un fondo indicizzato che abbia costi bassi di gestione annuale. E poi aspetta.
      Ultima alternativa è iniziare a studiare l’analisi fondamentale, ma qui è difficile trovare materiale valido in italiano e richiede tempo e tanta passione.
      Il consiglio migliore che potrei darti non è mio ma sono parole di Fred Schwed delgli anni 40 “Quando il mercato azionario è in fase di boom, vendi tutti i tuoi titoli e acquista obbligazioni. Sicuramente le azioni saliranno ancora, ma non farci caso, e aspetta che il crollo arrivi. Quando dal crollo si passa alla catastrofe, vendi le obbligazioni o bond e compra azioni. Sicuramente le azioni andranno ancora più giù, non farci caso, e aspetta il prossimo boom. Adotta questa strategia per il resto della tua vita e morirai ricco”.

       
  3. Claudio

    15 novembre 2011 at 12:59 am

    Interessa anche a me. Come scegliere le aziende?grazie

     
  4. antonio

    15 novembre 2011 at 1:11 am

    Non è semplice scegliere le aziende giuste.
    Richiede molto tempo e studio. Si analizzano dati e bilanci.
    Leggendo gli altri post che ho scritto potrai farti un idea più ampia, ma non avrei le risposte senza iniziare un lungo studio in merito.
    Se desideri puoi studiare l’analisi fondamentale, ma qui è difficile trovare materiale valido in italiano e richiede tempo e tanta passione.
    Il consiglio migliore che potrei darti non è mio ma sono parole di Fred Schwed degli anni 40 “Quando il mercato azionario è in fase di boom, vendi tutti i tuoi titoli e acquista obbligazioni. Sicuramente le azioni saliranno ancora, ma non farci caso, e aspetta che il crollo arrivi. Quando dal crollo si passa alla catastrofe, vendi le obbligazioni o bond e compra azioni. Sicuramente le azioni andranno ancora più giù, non farci caso, e aspetta il prossimo boom. Adotta questa strategia per il resto della tua vita e morirai ricco”.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: